Home Eventi Passione Kieślowski, dal 26 maggio a Palazzo delle Esposizioni a Roma

Passione Kieślowski, dal 26 maggio a Palazzo delle Esposizioni a Roma

CONDIVIDI


Krzysztof-Kieslowski-3873

Dal 26 maggio al 12 giugno al Palazzo delle Esposizioni di Roma una straordinaria rassegna rende omaggio al genio di Krzysztof Kieślowski a vent’anni dalla scomparsa. Dai primi corti degli anni sessanta fino alla celeberrima Trilogia dei Colori, Passione Kieślowski è un viaggio emozionante nell’opera di uno dei grandi maestri del cinema europeo, capace come pochi altri di raccontare i dilemmi morali e le contraddizioni della società moderna. La retrospettiva, la più imponente dedicata al regista negli ultimi anni, è promossa dall’Istituto Polacco di Roma e dall’Azienda Speciale Palaexpo, in collaborazione con Filmoteka Narodowa, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Associazione CortoItaliaCinema, La Farfalla sul Mirino e con il sostegno del Polish Film Institute.

Tra i molti eventi speciali del programma, curato da Marina Fabbri, spicca la presentazione in anteprima italiana del restauro de “Il Decalogo”, opera monumentale in dieci parti che nel 1989 fece conoscere il regista in tutto il mondo e che sarà presentata in due maratone sabato 28 e domenica 29 maggio. A inaugurare la rassegna giovedì 26 maggio sarà invece “La doppia vita di Veronica”, uno dei titoli più amati dal pubblico, che verrà introdotto dalla protagonista Irène Jacob e dal regista Pippo Delbono. L’attrice francese parteciperà nello stesso pomeriggio del 26 anche all’incontro pubblico previsto alle 17.00 all’Istituto Polacco di Roma, insieme ai critici Tadeusz Sobolewski, Mario Sesti e Fabio Ferzetti, e ai registi Pippo Delbono e Tomasz Wasilewski, Orso d’Argento all’ultimo Festival di Berlino per “United States of Love” (che uscirà in Italia distribuito da Valerio De Paolis). In questa occasione sarà mostrato un documentario inedito di Kieślowski del 1975, “Legenda”, considerato perduto fino al 2008. Venerdì 3 giugno e sabato 4 giugno sarà invece Jerzy Stuhr, volto simbolo del cinema polacco e conosciuto dal pubblico italiano per la sua collaborazione con Nanni Moretti, a introdurre al Palazzo delle Esposizioni i film “La tranquillità”, bandito per anni dalla Polonia comunista, e “Il cineamatore”, una delle opere più emblematiche della carriera di Kieślowski.

Per maggiori informazioni: www.palazzoesposizioni.it

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della membership card. L’ingresso non sarà consentito a evento iniziato.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here