Home Eventi Women Italian Cinema a Londra

Women Italian Cinema a Londra

CONDIVIDI
“Faith” by Valentina Pedicini

Parte ufficialmente WICIP – Women Italian Cinema. An Inclusive Project, il primo progetto di promozione internazionale del cinema italiano scritto, prodotto e diretto da donne, che prevede la presentazione di cinque film disponibili anche in versione accessibile ai non udenti e non vedenti.

Dopo il primo evento in remoto dello scorso 7 marzo in collaborazione con ICFF – Italian Contemporary Film Festival di Toronto, i titoli scelti – “Being My Mom” di Jasmine Trinca, “Corpo a Corpo” di Maria Iovine, “Faith” di Valentina Pedicini, “La ragazza ha volato” di Wilma Labate, “Le Sorelle Macaluso” di Emma Dante – viaggeranno attraverso i continenti, portando il nostro cinema al femminile nel mondo, dall’Europa all’America del Sud e del Nord fino in Australia.

Selezionato tra i Progetti Speciali del Ministero della Cultura, WICIP è ideato da Angela Prudenzi e Federico Spoletti e prodotto da L’Age d’Or in collaborazione con Sub-ti Access. Il progetto promuove il cinema italiano al femminile anche nel mondo accademico, con eventi destinati a studenti di varie università e scuole di cinema. Sono inoltre previste alcune proiezioni di classici, anch’essi in formato accessibile.

Obiettivo di WICIP è porre l’accento sull’importanza di rendere i film accessibili ai disabili sensoriali secondo le norme di inclusività ormai seguite in molti paesi al mondo. Una persona su sei, a un certo punto della propria vita, diventa disabile sensoriale e per questo tra gli scopi primari di WICIP, oltre quello di portare il talento femminile all’attenzione delle istituzioni, del mondo della cultura, dell’entertainment e del pubblico, c’è il tema dell’inclusione sociale. Tutti i film, dunque, saranno accessibili con sottotitoli per i sordi/ipoudenti e audio descrizione per i ciechi/ipovedenti scaricabile su smartphone; i panel avranno sottotitoli live.

WICIP entra nel vivo grazie al primo evento in presenza, che si terrà il 25 giugno a Londra al Garden Cinema in Covent Garden. L’evento è organizzato in collaborazione con Cinema Italia UK, l’istituzione londinese impegnata da tempo nella promozione del cinema italiano contemporaneo e dei classici, attraverso film che vadano oltre i generi tradizionali, al fine anche di incoraggiare l’integrazione culturale. Il programma prevede la proiezione di “Being My Mom”, “Faith” e “La ragazza ha volato”. La regista Wilma Labate presenterà il suo “La ragazza ha volato”, cui seguirà un Q&A.

Oltre ai film sono previsti due panel, parte integrante del progetto, centrati sui seguenti temi: “Women equality in the Film Industry: Italian and British experiences”, con la partecipazione di registe e produttrici italiane ed inglesi, moderato da Silvia Pavoni, giornalista di The Banker, Founding Editor di Sustainable Views del Financial Times; “Accessible Filmmaking. How to make films accessible to anyone”, con la partecipazione di registe che adottano la nozione di Accessible Filmmaking, utenti e rappresentanti di alcune associazioni di disabili sensoriali. Modera Elena Davitti, docente all’Università del Surrey e coordinatrice di progetti di ricerca internazionali legati all’accessibilità culturale.

Dopo l’evento londinese, WICIP continuerà il suo viaggio. Le tappe già decise comprendono Stati Uniti (New York, New Jersey, Pennsylvania), Australia (Sydney, Melbourne), Brasile (San Paolo), Argentina (Buenos Aires, Rosario), Spagna (Vigo), Slovacchia (Bratislava), Francia (Tolosa) e Belgio (Bruxelles), mentre altre sono attualmente in corso di definizione.

Il comitato scientifico di WICIP è costituito da Elena Di Giovanni, Beatrice Fiorentino, Oscar Iarussi, Stefania Ippoliti, Silvia Pavoni, Angela Prudenzi, Federico Spoletti.

Tra i partner locali, oltre a Cinema Italia UK, la casa italiana Zerilli Marimò a New York, l’associazione WILL Women in Leadership in Latin America, l’associazione dei registi di cinema argentini PCI, il festival dei diritti umani One World in Slovacchia, la catena di sale cinematografiche Movingstory in Australia, il centro GALMA Galician Observatory for Media Accessibility in Spagna, il festival del cinema italiano di Tolosa in Francia, il centro culturale Bozar a Bruxelles.

Tra i partner accademici: l’Università di Nitra in Slovacchia, l’Università di Vigo in Spagna, l’Università della Pennsylvania negli Stati Uniti, l’Università di Sydney in Australia, l’Università del Surrey.

La proiezione dei classici è resa possibile grazie alla collaborazione con la Fondazione CSC – Cineteca Nazionale.

Si ringraziano per la collaborazione i seguenti distributori e venditori: Charades, Coccinelle, Fandango, Luce Cinecittà, Rosamont, True Colours.

La produzione del progetto è a cura di: L’Age d’Or – società di produzione cinematografica, attiva anche nel campo dei progetti culturali legati al sociale; Sub-ti Access – società italiana parte del gruppo Sub-ti, che si occupa di accessibilità culturale ed è responsabile della creazione dei contenuti accessibili per i film del progetto.

Altri partner tecnici: Earcatch – fornisce l’applicazione “second screen” grazie alla quale anche le persone cieche e ipovedenti potranno partecipare alle proiezioni scaricando sul proprio smartphone l’audio descrizione, che si sincronizzerà automaticamente con l’audio del film; MYmovies – la piattaforma partner del progetto, dove saranno disponibili proiezioni ed eventi virtuali; Fred – il principale media partner, produrrà podcast specifici per ogni evento WICIP, disponibili su fred.fm e sulle principali piattaforme podcast internazionali.

INFO: www.wicip.it

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here